mercoledì 28 gennaio 2009

Oggi giorno della memoria, e domani? ... Torniamo a cazzeggiare!

BERLUSCONI, LEGGI RAZZIALI FERITA PER L'ITALIA (AGI)
Il giorno della memoria Berlusconi fa il suo pronunciamento dicendo cose tipo
"Non lo dimenticheremo mai. Per questo nutriremo il ricordo della Shoah con celebrazioni e iniziative rivolte in modo particolare ai giovani, affinche' sappiano a quale punto di aberrazione puo' arrivare l'odio dell'uomo contro l'uomo."

????
Ora, o non sa quel che dice o legge ad alta voce qualcosa che gli hanno scritto altri.
O ancora, forse lui è fra quelli che hanno capito così bene a che punto di aberrazione si può arrivare, visto che la raccomanda ai giovani, al punto che gli sta dando il buon esempio:
"L'aberrazione è arrivata al punto tale che...raccontiamoci le barzellette!

Dal Corriere della Sera di pochissimi giorni fa:

E Berlusconi racconta una barzelletta sui prigionieri di un lager nazista
La storiella proposta dal palco di un teatro di Nuoro nel corso di un comizio elettorale

MILANO - La voglia di raccontare barzellette non l'ha mai persa e anche a Nuoro, nel corso della visita elettorale a sostegno del candidato del Pdl per la Regione, non ha rinunciato a raccontarne una nel bel mezzo di un comizio. Probabilmente senza pensarci (*), Silvio Berlusconi è però andato a toccare un tema che di questi tempi di forte pressione su Israele potrebbe essere considerato piuttosto «sensibile». Alla folla che lo ascoltava al teatro Eliseo ha infatti narrato una storiella ambientata in un campo di concentramento.

TRASFERITI A META' ... - «Un kapò all'interno di un campo di concentramento dice ai prigionieri che ha una notizia buona e un'altra meno buona - spiega il Cavaliere dal palco -. Quello dice: "metà" di voi sarà trasferita in un altro campo". E tutti contenti ad applaudire...». Poi Berlusconi arriva alla «battuta»: «La notizia meno buona è che la parte di voi che sarà trasferita è quella che va da qui in giù...», indicando la parte del corpo dalla cintola ai piedi.

(*) Ovviamente il Corriere incatena il Premier alle sue responsabilità senza tregua e giustificazioni (N.d.r.)

6 commenti:

l'incarcerato ha detto...

...e domani ci scordiamo tutto di nuovo, e questi maledetti corsi e ricorsi della storia ci saranno ancora! Bel blog, arrivo dal Rokpoeta.

marus ha detto...

@l'incarcerato
mi fa molto piacere che sei passato da qui. E' da tempo che seguo il tuo blog, anch'io attraverso Rockpoeta. ciao a presto

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

L'avevo letta. La stupiditìù umana purtroppo spesso é pari alla sua crudeltà e non ha limiti.

marus ha detto...

@Daniele
pienamente concorde. La grande sfida è proprio contro l'gnoranza ed il cattivo gusto che sono l'humus per i Poteri e la crudeltà.

pierprandi ha detto...

Non ho più parole per derscrivere il berlusca...Credo sia il picco più basso dell'evoluzione umana...Nauseante...A presto

Anna ha detto...

Non l'avevo letta, la leggo qui.
Non commento lui, ché non ce n'è bisogno. Mi piacerebbe stare nella testa di chi lo ascoltava e magari rideva. Per capire.Ché se questa cosa la senti al bar, te ne puoi pure fare una ragione, ma detta da colui che ci rappresenta è solo aberrazione allo stato puro.