giovedì 26 febbraio 2009

La creatività Virtuale del Governo di Mr B.

Genialità del governo, lo sciopero virtuale.
Consiste in: Lavoratore! Hai problemi al lavoro? Non ti rinnovano il contratto? Le condizioni lavorative ti creano danni? I tuoi diritti non sono rispettati? Vuoi protestare? Vuoi scioperare? Sciopera, ma Virualmente!
Cioè, proclami lo sciopero, lo dici al tuo datore di lavoro che provvederà a detrarre i soldi dal tuo stipendio e il giorno che sceglierai di scioperare vai al lavoro. Tutti diranno oooh ! o almeno, quelli che lo sapranno diranno oooh! Il successo è garantito!

A noi questa idea piace! E non ci uniamo al coro dei soliti antiberlusconiani.
La logica di questa proposta è una prassi che già appartiene a diverse realtà.
In sintesi si dice di scioperare lavorando, ed allora? cosa c’è di strano?
Io ad esempio per dimagrire ho fatto una Dieta Virtuale, mangiando grassi e zuccheri a volontà.
Oppure, esiste già l’Elezione Virtuale: tu vai a votare e poi i capi-partito decidono chi è eletto.
La social card vuota è un Ammortizzatore Sociale Virtuale. Il nuovo presidente sardo è stato un grande esempio di Candidato Virtuale.
E’ tutto parte del nostro patrimonio. Non c’è già chi dorme stando sveglio? Chi parla non dicendo?
Anzi proporrei di estendere questa logica. D’altronde esiste già qualche amministratore che svolge il Lavoro Virtuale, prende lo stipendio senza lavorare. Perchè non invertire la cosa... per gli amministrati? Per esempio introdurre la Retribuzione Virtuale, cioè: l’azienda ti assume, tu lavori, ricevi la busta paga, ma i soldi no, quelli sono virtuali come lo sciopero.
Mettiamoci per una volta sulla scia del dialogo con questo governo creativo. Diventiamo anche noi, se non dei grandi creativi, almeno dei piccoli creativini, anzi creatini ...Estendiamo questa logica dando fondo alla nostra creatività. Chi ha altre idee simili le scriva.

3 commenti:

Vincenzo Cucinotta ha detto...

Ecco: non ci rimane che istituiscano lo stipendio virtuale. Aspettiamo ancora qualche mese, e saremo contentati..

pierprandi ha detto...

Attento Marus potrebbero prenderti in parola...A Tremonti la tua proposta piacerebbe... Ammettiamolo questo governo è veramente fantasioso...A presto

Anna ha detto...

Mbè, proprio di questo faccio accenno nel mio post odierno. Propongo, oltre allo stipendio virtuale del quale parli, come logica conseguenza, la spesa virtuale. In quel caso la dieta, però, non sarebbe virtuale, ma realissima....